lunedì 20 febbraio 2017

Biglietto al cinema - Arrivals, Animali Notturni, Cinquanta sfumature di nero

Buon lunedì!

Torna l'appuntamento con la rubrica "BIGLIETTO AL CINEMA!. In questa rubrica vi parlo di film che ho visto recentemente. Non necessariamente film appena usciti, ma molto spesso film che mi ero persa e che ho recuperato.

Nel post odierno vi parlo di due film che hanno a che vedere con i prossimi Oscar e di uno che con gli Accademy Awardsd non c'entra proprio nulla. 

ARRIVALS

Film con Amy Adams e Jeremy Renner che ci porta a fare un viaggio tra i meccanismi del linguaggio. Aliene che arrivano sul nostro pianeta e che per capire cosa vogliono, le forze militari americane chiedono aiuto ad una linguista ed un fisico.
Film nel complesso ben bilanciato. Vedere questo film non può lasciare indifferenti. Ci sono molti spunti di riflessione che chi vede questo film può far propri.
Il film è candidato nella categoria "Miglior Film". Peccato a mio avviso che Amy Adams non sia stata inserita tra le candidate per la categoria "Miglior Attrice Protagonista".
Voto: 8


ANIMALI NOTTURNI



Tom Ford alla regia. Amy Adams protagonista indiscussa di questo film. Molto diverso a mio avviso dal bellissimo " A single man".  Regia unpo' troppo lenta anche se aiuta molto ad entrare nell'atmosfera del film.
Il libro da cui è tratto questo film non l'ho ancora letto ma sicuamente sarà una delle mie prossime letture in quanto sono molto curiosa di capire l'adattamento che è stato scelto per il film.
Ho adorato il look di Amy Adams in questo film. Sottotono a mio parere Jake Gyllenhaal, il protagonista maschile. 
Voto: 6

CINQUANTA SFUAMTURE DI NERO


Alla fine del film mi è sorta una domanda. Perchè?  Capiamoci bene se si guarda questo film si sa già che csa si sta vedendo e di certo non ci si aspetta un capolavoro. Dialoghi assurdi (si certo il punto del film è un altro), scene al limite dell'assurdo (la festa in maschera??), recitazione che lascia dubbi da ogni punto di vista.  Nel doppiaggio italiano poi, credo che le voci non siano proprio adatte ai personaggi. Jamie Dornan è sempre un gran bel vedere certo ma secondo me si percepisce che nemmeno a lui è piaciuto girare questo film. Insomma potevamo francamente farne a meno ma dobbiamo dare atto a chi ha fatto il marketing e la comunicazione per questa pellicola perchè hanno fatto venire voglia di vederlo. Anche solo per farsi due risate o vedere gli addominali di Mr. Dornan. 
Voto: INCLASSIFICABILE 

Avete visto questi film? Nei commenti fatemi sapere cosa ne pensate.

Buona visione ed al prossimo post!

sabato 18 febbraio 2017

2 blogger al cinema - Aspettando gli Oscar...

Ebbene si. Siamo arrivati al consueto appuntamento in cui le vostre blogger al cinema tentano di indovinare i vincitori dei prossimi Accademy Awards.

Io e Giulia di Spendi e Spandi, ci siamo confrontate e nonostante quest'anno non siamo preparatissime non potevamo tralasciare questo post. Noi ci divertiamo moltisimo a cercare di capire i possibili vincitori e poi vedere, a premiaione avvenuta, quanto ci siamo andate vicino.

Dei film che sono in gara ne ho visti davvero pochi che vi possono far capire quanto io sia in difficoltà.

Ecco quali sono:

Arrival



La La Land





Veniamo ora alle mie previsioni che saranno basate soprattutto sul mio istinto. I film in rosso sono le mie previsioni o speranze.

Miglior film
Arrival
Barriere
La battaglia di Hacksaw Ridge
Il diritto di contare
Hell or High Water
La La Land
Lion
Manchester by the Sea
Moonlight

Miglior regia
Denis Villeneuve – Arrival
Mel Gibson – La battaglia di Hacksaw Ridge
Damien Chazelle – La La Land
Kenneth Lonegan – Manchester by the Sea
Barry Jenkins – Moonlight

Miglior attore protagonista
Casey Affleck – Manchester by the Sea
Andrew Garfield – La battaglia di Hacksaw Ridge
Ryan Gosling – La La Land
Viggo Mortensen – Captain Fantastic
Denzel Washington - Barriere

Migliore attrice protagonista
Isabelle Hupper – Elle
Ruth Negga – Loving
Natalie Portman – Jackie
Emma Stone – La La Land
Meryl Streep - Florence

Miglior attore non protagonista
Mahershala Ali – Moolight
Jeff Bridges – Hell or High Water
Lucas Hedges – Manchester by the Sea
Dev Patel – Lion
Michael Shannon – Animali Notturni

Migliore attrice non protagonista
Viola Davis – Barriere
Naomi Harris – Moonlight
Nicole Kidman – Lion
Octavia Spencer – Il diritto di contare
Michelle Williams – Manchester by the Sea
Migliori costumi
Allied
Animali fantastici e dove trovarli
Florence
Jackie
La La Land
Miglior trucco e acconciature
A Man Called Ove
Star Trek Beyond
Suicide Squad

Migliori effetti speciali
Deepwater: Inferno sull'oceano
Doctor Strange
Il libro della giungla
Kubo e la spada magica
Rouge One: A Star Wars Story
Miglior colonna sonora originale
Jackie
La La Land
Lion
Moonlight
Passengers

Miglior canzone
Audition (The Fools Who Dream)” - La La Land
Can't Stop the Feeling” - Trolls
City of Stars” - La La Land
The Empty Chair” - Jim: the James Foley Story
How Far I'll Go” - Oceania
 Ora non ci resta che andare a vedere le previsioni di Giulia e poi aspettare la premiazione degli Accademy Awards 2017.
Buona visione e al prossimo post. 

mercoledì 8 febbraio 2017

Un tema, una playlist

Buongiorno!

Torna l'appuntamento con la musica qui sul blog. E come sempre in compagnia della nostra fatina Sara, Le divagazioni di una fatina arancione. 



Il tema di oggi è interessante. Forse romantico e forse no.

IN DUE SI CANTA MEGLIO: i più bei duetti per San Valentino e non

Ecco la mia playlist:

Scomparso recentemente George Michael ci ha regalato dei grandi duetti nel corso della sua carriera. Uno in particolare con Mary J. Blige che a distanza di anni ancora mi fa impazzire.
Ecco AS:

Una voce che manca nel mondo della musica. Decisamente un duetto romantico e sensuale.
Whitney Houston assieme a Enrique Iglesias.
Ecco: COULD I HAVE THIS KISS FOREVER


Terzo duetto della playlists. Questa volta si tratta di un'atmosfera più cupa. Nick Cave in duetto con Kylie Minougue. Inaspettata e splendida canzone:
Ecco WHERE THE WILD ROSES GROW



Il prossimo mese il tema sarà frizzante come la primavera alle porte. Infatti CANZONI CHE RICORDANO LA PRIMAVERA.

Avete già letto il post di Sara? Io vado subito perchè sono curiosa di vedere la sua playlist.

Buon ascolto ed alla prossima playlist!



lunedì 6 febbraio 2017

Let's speak about...AGENDE

Buongiorno!
Come state? Il 2017 è già iniziato da un po' ma solo ora mi trovo a parlarvi di agende.

Io le adoro, ed al momento sembra che io non sia la sola. Amo le agende da sempre a partire da quando bambina dovevo scegliere il diario scolastico. Era sempre qualcosa che adoravo fare.

Dopo vari anni e varie agende provate sono arrivata a delle conclusioni.
Ovviamente quanto vi dirò è molto soggettivo. . Trovo che l'agenda sia una cosa molto personale e difficilmente ho trovato un'altra persona alla quale la mia organizzazione andasse bene. Del resto nemmeno io ho trovato organizzazioni di altri che mi andassero bene. Ho però sempre trovato spunti e idee che poi ho inserito nel mio modo di gestire gli impegni e quindi fatte mie.

Preferisco le agende giornaliere (un giorno per pagina) sia per lavoro che per la vita privata. La possibilità di avere spazio per fissare appunti ed impegni vari è fondamentale per me.

Amo le agende, amo prendere appunti ma non parlatemi di disegni, stickers o altro. Mi piace avere l'agenda il più bianca possibile per permeteri di scrivere di tutto. Se non mi piace abbellire le pagine con adesivi e quant'altro, amo usare penne colorate o evidenziatori per mettere in risalto idee o appuntamenti.
L'unica cosa che non può mancare in nessuna delle mie agende sono gli sticky notes! Avete presenti i biglietti adesivi dove prendere appunti in stile POST-IT? Ecco loro li amo. Trovo siano estremamente comodi e poi ci sono un sacco foglietti adesivi di forme e colori carini che è un peccato non usarli.

AGENDE PER LAVORO
Ho sempre lavorato come dipendente, soprattutto in uffici amministrativi e contabili, dove c'è sempre qualche scadenza. Ho visto che un'agenda con la quale mi trovo molto bene è la MOLESKINE giornaliera. Ampio spazio per scrivere tutto quello che serve e molto lineare. Trovo sia perfetta anche nelle dimensioni. Non è un'agenda che porto con me in borsa ma che lascio in ufficio quindi nella versione large è ideale. Perfetta anche per mettere qualche foglio tra le pagine. Costicchia ma ne vale la pena.



ORGANIZER 
Credo sia molto più consono come nome per questa tipologia. Forse il più conosciuto è quello di FILOFAX ma se cercate sul web troverete molti altri marchi che producono agende/organizer simili.
La mia prima Filofax la presi quasi 14 anni.. Lavoravo da poco mi ricordo. L'ultima l'ho acquista a Natale 2016.
Potete quindi capire da soli che ormai la mia passione per questa tipologia di agenda è un dato di fatto e non qualcosa di passegero.
La possibilità di scegliere quali moduli inserire, di comporla esattamente come ci va meglio, di mettere e togliere ffogli o riposizionare qualcosa, rendono questa tipologia perfetta.

A casa uso una vecchia Filofax Personal. Adoro il colore e dopo anni è ancora perfetta. Anzi l'averla usata l'ha resa ancora più bella. Su questa agenda non ho le pagine del calendario, ma la uso per tutte le altre cose. C'è la sezione blog, c'è la sezione contatti, la sezione viaggi e tanto altro. Tenendola a casa non ho bisogno di altro.

In borsa invece sempre con me, ho l'ultima Filofax arrivata. E' pocket, quindi più piccola della personal di cui sopra, e perfetta per essere portata in giro.  Questa agenda ha il diario giornaliero (un giorno per pagina) e non volenda riempire troppo ho scelto di avere con me solo metà calendario (da gennaio a giugno). Più avanti toglierò i mesi passati ed inserirò gli altri. Ho deciso così per due ragioni: la prima è che avevo bisogno di inserire anche dei fogli per le note e fogli contatti che non avrebbero permesso di tenere tutta la parte diario al completo. La seconda ragione non meno importane è il peso. La pocket ha le dimensioni perfette ma se pesasse comunque molto sarebbe difficile da gestire.

Ho cercato di fare un collage per farvi vedere i vari divisori che uso per dividere le sezioni. Ho scleto gli stessi divisori anche per la Filofax turchese che ho in borsa.

Ho provato altre agende in passato come quelle che vi mostro sotto ma non mi ci sono trovata bene.


Quella di Kate Spade è molto elegante e dal desing pulito come piace a me. Il problema fondamentale è che nonostante abbia la spirale non si può girare completamente la parte di sinistra quindi risulta scomoda per scrivere. Adoro però lo stile di questa agenda.



Quella di Ban.do è molto accattivante nella grafica. Adoro il fatto della spirale. Amo la copertina in cartone rigido. Però è il fatto che sia così decorata alla lunga mi ha stancato. Le dimensioni sono molto grandi e per me è risultata scomoda.


Questo è il collage degli interni della Ban.do



Spero che questo post vi sia piaciuto, e fatemi sapere voi come vi organizzate. Ci sono agende che mi consigliate per il 2018?

Al prossimo post!

sabato 4 febbraio 2017

2 blogger al cinema - febbraio 2017

Buon sabato a tutti!

Primo sabato del mese e quindi? Rubrica cinematografica.

Come sempre io  e Giulia di Spendi e Spandi vi raccontiamo quali sono stati i film che abbiamo visto il mese precedente e vi annunciamo quali sono le uscite del mese corrente che vorremo vedere.

SING



Bello. Anzi bellissimo. Un film,, perchè chiamarlo cartone è riduttivo, che coinvolge e che vi farà ridere, piangere, riflettere, alzarvi dalla sedia e ballare e forse anche ffar finta di essere al karaoke.
Un cartone animato per adulti che però anche ai più giovani potrebbe risultare simpatico. Ben fatto e ottima selezione musicale.
Voto: 8 1/2


LA LA LAND


Non ho visto come speravo "The Founder", ma ho rimediato con "La La Land". E probabilmente io vado contro corrente. E' un musical e questo vi deve piacere altrimenti sarà pesante.  Mi aspettavo un film un po' più movimentato rispetto a quello che è. Si è parlato così tanto di questo film che le aspettative sono altissime. Un po' mi ha deluso. Bravi i protagonisti e su questo non si può dire il contrario. Mi è piaciuta molta la conclusione, non scontata. Qualche canzone è molto interessante.
Voto: 6

FEBBARIO

I film che vorrei vedere questo mese sono:

TRAINSPOTTING 2

JACKIE


Vado subito a leggere cosa ha scritto Giulia, mi fate compagnia?

Buona visione dalle vostre blogger al cinema.